Intelligenza Emotiva, un valore inestimabile per il marketing aziendale

L’intelligenza emotiva è una skill indispensabile per guidare le aziende del futuro, che vogliono emergere nel mercato e, allo stesso tempo, creare un valore condiviso per l’intera comunità.

Questo nuovo paradigma non è applicabile solo attraverso l’empatia e la sensibilità, ma richiede anche competenze particolari e una visione del marketing diversa rispetto a quella tradizionale.

In questo articolo vedremo assieme che cos’è l’intelligenza emotiva, perché è fondamentale per il marketing, quali competenze sviluppare per attivarla nel proprio Ceo Brading e qual è il legame che intercorre tra questa speciale competenza e il benessere della collettività.

CHE COS’E’ L’INTELLIGENZA EMOTIVA

L’intelligenza emotiva è quell’abilità di riconoscere, valutare e valorizzare le proprie emozioni e quelle degli altri, in modo da poter raggiungere efficacemente gli obiettivi prefissati.

Più semplicemente significa possedere quella capacità di mettersi in discussione, provando empatia per le persone e applicando un cambiamento significativo nella propria attività.

Definita anche “quoziente emozionale” (QE) o leadership emotiva, tale competenza è diventata fondamentale per l’azienda e il suo marketing, in quanto il mercato richiede sempre più spesso una comunicazione dedicata alle persone (leggi qui il mio articolo dedicato).

È quindi importante che gli imprenditori sviluppino tale competenza: il legame emotivo che si viene a creare con le persone coinvolte è decisivo e un manager dotato di intelligenza emotiva ha la possibilità di influenzare positivamente il proprio team e il suo operato.

I primi a elaborare il concetto di intelligenza emotiva furono Peter Salovey e John D. Mayer (1990), ma successivamente lo psicologo cognitivista Daniel Goleman definì l’argomento in modo completo.

Goleman evidenziò come le persone che sviluppano tale competenza presentassero alcune caratteristiche tipiche:

  • Il self awareness, cioè la consapevolezza delle emozioni, dei limiti e dei punti di forza e di come tali elementi possano influenzare la propria vita e quella degli altri;
  • L’empatia, l’attitudine di comprendere lo stato d’animo delle persone e di immedesimarsi in loro;
  • Il self management, ossia la capacità di controllare i propri impulsi e di utilizzare le emozioni per raggiungere gli obiettivi prefissati;
  • Il social awareness, cioè la capacità di comprendere i sentimenti altrui e di gestirli in maniera efficace nelle relazioni;
  • La motivazione, quell’abilità di riconoscere i pensieri negativi e di trasformali in energia per la propria attività imprenditoriale.

L’intelligenza emotiva è una soft skill che ho sviluppato in questi anni e che mi ha permesso di creare delle relazioni significative per la mia attività e di rafforzare la mia reputazione, realizzando quel vantaggio competitivo utile per emergere nel mercato.

UNA COMPETENZA IMPORTANTE PER IL MARKETING

Nel marketing l’intelligenza emotiva gioca un ruolo fondamentale, in quanto permette alle aziende di avvicinarsi alle persone attraverso un approccio diretto ed empatico, che coinvolge le emozioni.

In particolare, tale competenza consente di comprendere meglio i desideri e i bisogni altrui e di creare delle campagne ad hoc per la propria comunità.

Ciò permette di umanizzare il brand e di rendere maggiormente efficace le proprie strategie di Personal Branding e di Ceo Branding (scopri di più su questo tema, leggi il mio articolo dedicato).

L’intelligenza emotiva consente di realizzare una comunicazione più efficace e di maggiore engagement: i messaggi arrivano dritti al cuore delle persone, coinvolgendo i sentimenti e le emozioni di quest’ultime.

Tale processo non solo permette all’azienda di diventare la prima scelta d’acquisto dei suoi clienti e di incrementare le vendite di lungo periodo, ma consente anche di rafforzare le relazioni con la community, attraverso un legame emotivo forte e duraturo.

Inoltre permette di gestire efficacemente i team, in quanto un manager con una forte intelligenza emotiva è in grado di comprendere e gestire al meglio le emozioni dei suoi collaboratori, portando alla creazione di un ambiente di lavoro creativo e stimolante.

Ma l’aspetto più importante in cui l’intelligenza emotiva è fondamentale è la gestione del brand e, di conseguenza, anche del proprio Personal Branding.

Essa infatti permette di:

  • Comprendere le emozioni e le esigenze delle persone, realizzando campagne di comunicazione coinvolgenti e che risuonano a livello emotivo;
  • Costruire e rafforzare i legami con la community, attraverso un ascolto attivo, l’empatia e una comunicazione efficace;
  • Incrementare la fedeltà verso il brand e la sua autorevolezza nella comunità;
  • Gestire al meglio eventuali crisi e rafforzare la reputazione e l’immagine positiva che le persone possiedono.

Come puoi vedere è una skill importantissima per i manager e per gli imprenditori, in quanto consente di emergere nel mercato, attraverso una strategia di marketing e di branding incentrata sull’aspetto human to human.

COME SVILUPPARE LA INTELLIGENZA EMOTIVA

L’intelligenza emotiva è una caratteristica tipica dell’essere umano, ma va coltivata e allenata ogni giorno, in modo da poterla utilizzare efficacemente nel marketing e nella comunicazione.

Per farlo dobbiamo incominciare a comprendere maggiormente noi stessi, senza giudicarci negativamente, ma individuando ciò che ci spinge a fare meglio.

Coltivare la coscienza di sé, aiuta ad avere una maggiore consapevolezza del proprio potenziale e delle proprie carenze e attiva un processo di miglioramento personale e professionale.

Riflettere su sé stessi è fondamentale per incominciare a vedere le cose da un’altra prospettiva: la propria emotività e quella degli altri sono aspetti che influenzano ogni nostra attività, anche quella di marketing.

È quindi fondamentale allenarsi ai propri sentimenti e a quelli delle altre persone, in modo da comprendere quali emozioni entrano in gioco in determinate situazioni e quali possono limitarci e impedirci di fare qualcosa.

Questo approccio è indispensabile per attivare una buona strategia di Ceo Branding: conoscere noi stessi e gli altri, ci permette di fare leva sui nostri punti di forza per creare delle relazioni significative con le persone e implementare una comunicazione più human to human.

Se sappiamo come affrontare la nostra emotività, siamo in grado di aiutare le persone a gestire la propria, trovando soluzioni creative di marketing e costruendo con quest’ultime un legame solido e forte.

Inoltre dobbiamo valorizzare le interazioni: il dialogo con la community è fondamentale per alimentare la propria l’intelligenza emotiva, in quanto ci consente di essere maggiormente empatici e comprendere situazioni diverse dal nostro vissuto quotidiano.

Come puoi vedere l’intelligenza emotiva è un’arma potente che ti permette di crescere personalmente e professionalmente e che, allo stesso tempo, rafforza la tua attività.

INTELLIGENZA EMOTIVA E BENESSERE COLLETTIVO

La presenza dell’intelligenza emotiva in un manager e in un imprenditore genera effetti non solo nell’azienda in cui opera, ma anche nella comunità in cui vive, creando un benessere collettivo.

Infatti la presenza di questa soft skill nel management aziendale, genera una maggiore soddisfazione nel lavoro e un coinvolgimento significativo di ogni singola persona che lavora all’interno dell’impresa.

Ciò produce un turnover bassissimo, elevate performance aziendali e un clima stimolante, in cui si ricerca un benessere psico fisico per ogni individuo.

Nella collettività, l’intelligenza emotiva si sviluppa nella realizzazione di progetti di sostenibilità sociale in cui il manager o l’imprenditore supporta attivamente tutte le persone e le organizzazioni della sua comunità.

I Giovedì del Marketing ne sono un esempio: è un progetto educational nato con l’obiettivo di condividere e diffondere cultura d’impresa nella collettività, attraverso una serie di incontri con cui esperti e imprenditori mettono le loro competenze a disposizione dei partecipanti, che possono incrementare il loro background imprenditoriale.

Scopri il palinsesto 2024, ricco di seminari informativi gratuiti in cui perfezionare le tue competenze sul marketing.

Come vedi l’intelligenza emotiva non è una skill rivolta esclusivamente al lato commerciale della propria attività: qui entra in gioco la persona che, oltre ad essere un marketing manager, è un membro di una comunità che sostiene e supporta attivamente, per creare un benessere completo.

Tutti giorni alleno la mia intelligenza emotiva affinché riesca ad attivare un marketing diverso da quello tradizionale: un catalizzatore per il cambiamento, un potente strumento per comunicare valori, ispirare azioni e innescare cambiamenti positivi per l’intera collettività.

L’intelligenza emotiva è per me uno strumento fondamentale, che mi ha permesso di costruire e rafforzare relazioni significative con tutta la comunità del mio territorio e che mi ha fatto emergere nel mercato attraverso la mia persona e i miei valori.

Prenota una sessione di marketing time, una consulenza ad hoc che rivoluzionerà la tua attività e ti permetterà di avere una strategia di marketing su misura per te!

Share This

What's your reaction?
0Smile0Lol0Wow0Love0Sad0Angry

Leave a comment

Subtitle

Non perdere nessuna novità,
Iscriviti alla nostra newsletter

Some description text for this item





    © Civuolemarketing 2024.  P.I.: IT06237560658 Privacy Policy – Cookie Policy

    © Civuolemarketing 2024.  P.I.: IT05679470657   

    Privacy Policy – Cookie Policy